La sua lunga storia ha lasciato in eredità all'Abruzzo una miriade di tesori artistici


Forse più di altre regioni, ha saputo ben conservare questo eccezionale patrimonio, grazie anche alla particolare conformazione del territorio e per il lungo isolamento di cui ha goduto per secoli. Molti di questi tesori sono i monumenti, le chiese, i palazzi e i siti archeologici che punteggiano ovunque il territorio, i borghi e i centri maggiori; ma la gran parte è invece costituita da oggetti d'arte come quadri, statue, gioielli, strumenti d'uso quotidiano, arredi, che sono esposti nei tanti musei della regione. Ci sono poi anche strutture museali specializzate dedicate a particolari aspetti del territorio, come quelle naturalistiche, oppure quelle specializzate su specifiche tipologie artigianali, grandi personaggi, lavorazioni alimentari tipiche.

Sicuramente meritano una visita i musei d'arte, e in particolare di arte sacra, che nella regione offre davvero un catalogo di preziosità quasi infinito. La proposta museale è ampia e diffusa, con strutture espositive che spesso sono state allestite in monumenti che sono essi stessi elemento di attrazione per il visitatore. Il più celebre tra tutti è il Museo Nazionale d'Abruzzo, che si trova nel poderoso Castello Cinquecentesco, detto anche Forte Spagnolo, nel cuore di L'Aquila. Importanti pure il Museo Capitolare di Atri, Il Museo Nazionale d’Arte Sacra della Marsica di Celano, i Musei Civici di Sulmona, di Penne, di Lanciano, di Vasto.

'Abruzzo è una terra ricca di testimonianze archeologiche che abbracciano l'arco cronologico compreso tra la preistoria e la caduta dell'Impero Romano. I musei archeologici rappresentano un altro piatto forte dell'offerta museale abruzzese; sono numerosi, diffusi su tutto il territorio e incredibilmente ricchi di straordinari reperti, soprattutto italici e romani, che provengono dalla decine di grandi necropoli della regione e dallo scavo delle numerose città romane. Il più celebre è senza dubbio il Museo Archeologico Nazionale d'Abruzzo di Chieti, che custodisce il simbolo dell’Abruzzo, la celebre statua italica del Guerriero di Capestrano. Sempre a Chieti si trova il Museo Archeologico della Civitella. Nel borgo di Campli si visita il ricco Museo Nazionale Archeologico dove sono in esposizione centinaia e centinaia di reperti dalla immensa necropoli italica della vicina Campovalano. A Crecchio è allestito il Museo dell'Abruzzo Bizantino ed Alto Medievale, a Teramo è da visitare il grande Museo Civico Archeologico, a Vasto infine lo storico Palazzo d'Avalos ospita il Museo Civico con una vasta Sezione Archeologica. "La collezione Torlonia di Antichità del Fucino" conservata nel castello Piccolonimi di Celano ed il Museo Nazionale della Preistoria d'Abruzzo di Celano.

Sempre restando nel settore dell'arte, l'Abruzzo offre numerosi musei dedicati a quella moderna e contemporanea, come la Pinacoteca Comunale "Vincenzo Bindi" e il Museo dello Splendore di Giulianova, la Pinacoteca "Michele e Basilio Cascella" di Ortona, il Museo della Casa Natale di Gabriele D'Annunzio a Pescara, il Museo Civico "Basilio Cascella" sempre a Pescara, la Pinacoteca Civica “Costantino Barbella” di Chieti.

Scopri cosa visitare in Abruzzo

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft