Perugia è un concentrato unico di panorami e storia le cui origini risalgono agli etruschi, nel XI e X sec a.C. In breve tempo diventa una delle principali città etrusche e la cinta muraria del IV sec a.C. è visibile ancora oggi. Nel 295 a.C. passa sotto il dominio di Roma che le ridà nuova vita con una vera e propria operazione di restyling edilizio e di espansione oltre le mura etusche. Nel 493 d.C. viene conquistata dagli ostrogoti di Teodorico, per poi passare ai bizantini nel 537 d.C. A partire dalla seconda metà dell’VIII secolo, Perugia entra sotto l’influenza del Papato, vincolato all’Impero Carolingio. Nel 1139 nasce il Comune e il potere è diviso tra Consoli, un’Assemblea generale ed un Consiglio minore, accrescendo la sua sfera d’influenza nell’area circostante come Gubbio, Città di Castello e Città della Pieve. Sotto la protezione di Innocenzo III espande ulteriormente il dominio su Assisi e Foligno, vedendo un importante sviluppo urbano che continua fino a metà del Trecento. La città è amministrata da un governo mercantile esercitato dai Priori che hanno sede nel Palazzo dei Priori. Nel 1308 viene fondata l‘Università e nel 1342 viene redatto lo Statuto in volgare. Nel 1370 torna sotto pieno controllo papale. Questo periodo sarà caratterizzato da lotte continue per sottrarsi al dominio pontificio e dal susseguirsi di varie signorie (Michelotti, Visconti, Fortebraccio). Braccio Fortebraccio da Montone realizza importanti opere pubbliche come il Sopramuro. Sotto i Baglioni, tra il 1438 e gli inizi del XVI secolo, la città diventa un importante centro artistico e culturale con un brulicare di importanti personalità come il Pinturicchio, il Perugino, Raffaello e Pietro Aretino.

 

 

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft