Mistica, romantica e meditativa, perfetta per il benessere dello spirito ma altrettanto gratificante per la gioia del palato.


La tradizione gastronomica umbra ha un carattere sobrio, “essenziale”, rigetta qualsiasi tipo di sofisticazione del gusto e degli ingredienti, non tollera complicazioni o fantasie gratuite. Il cibo qui è cosa seria, naturale, schietta; i piatti sono rustici perché rustica è la fisionomia della regione ma non possono essere definiti “poveri”. La genuinità, la semplicità e il sapiente equilibrio dei sapori li rendono ricchi di gusto. L’olio pregiato ed il tartufo nero sono i protagonisti dei piatti umbri, con la carne sempre al centro (ottima quella dei famosi buoi con le corna lunate). Qui di seguito alcuni piatti della tradizione umbra.

 

I vini

Il territorio umbro si presta particolarmente alla coltivazione delle viti e dai vigneti dell’Umbria nascono delle vere e proprie eccellenze enologiche. Sulle fertili colline della Valle Umbra viene coltivato il vitigno Sagrantino con il quale viene prodotto il Sagrantino di Montefalco DOCG, mentre il Torgiano Rosso Riserva DOCG è il vanto di Torgiano, un piccolo borgo della Valle del Tevere. Sempre nella Valle Umbra viene prodotto l’Assisi DOC, mentre nei vigneti attorno a Perugia viene coltivata l’uva da cui nasce il rinomato Colli Perugini DOC. Ci sono, poi, i vini DOC dei Colli Martani, dei Colli Altotiberini e il Rosso Orvietano.

 

I Prodotti tipici

Oltre che dalle innumerevoli bellezze artistiche e risorse naturali, l’Umbria è caratterizzata da una struttura agricola molto solida e articolata cui fa riscontro il gran numero di prodotti tipici, alcuni dei quali godono dei riconoscimenti europei DOP o IGP. L’olio extravergine di oliva Umbria DOP (riferita all’intero territorio regionale) caratteristico per aroma e sapore fruttato, accompagnato da un sentore di piccante. Norcia vanta un’antica tradizione nella lavorazione delle carni di maiale, tanto che nella lingua italiana con il termine “norcineria” si indica l’arte della lavorazione delle carni suine e l’insieme delle antiche tecniche usate per preparare salumi e insaccati con la carne di maiale, come il Prosciutto di Norcia IGP, che ha origine nel territorio della Comunità montana della Valnerina che ha, nel comune di Norcia, il centro principale di riferimento. Il comune si trova già entro i confini del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, uno dei più grandi d’Italia (supera i 71.000 ettari), che offre al visitatore un gran numero di itinerari estremamente interessanti sotto il profilo naturalistico, paesaggistico ed enogastronomico. Da Norcia poi ci si può dirigere verso il Piano Grande di Castelluccio, un altopiano a 1400 metri sul livello del mare, famoso per un altro prodotto tipico umbro, le Lenticchie di Castelluccio di Norcia IGP (da non perdere il meraviglioso colpo d’occhio offerto dalla fioritura della pianta di questo legume tra la fine di maggio ed i primi giorni di luglio)

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft