Sono molte le città italiane che ospitano maratone ed hanno scelto di valorizzare questo sport nobile e di tendenza al contempo, creando eventi di contorno e gare podistiche adatte ad atleti meno esperti e di tutte le età. Molte di queste gare sportive, oltre ad essere manifestazioni che offrono molto anche dal punto di vista turistico e culturale, sono vere e proprie occasioni per un sano divertimento che mette in circolo un’energia contagiosa.

 

A Roma si corre forse la più sentita e partecipata tra le numerose maratone d’Italia. Sarà per il fascino della Città Eterna, sarà per il clima sempre piuttosto gradevole o, ancora, per il percorso incredibile, che attraversa i luoghi più belli del Centro Storico di Roma, partendo e chiudendo il giro in via dei Fori Imperiali, questo è di certo un evento imperdibile, uno di quelli a cui partecipare per poter dire "io c’ero". Migliaia di podisti e corridori arrivano ogni anno, ad aprile, da più di cento Paesi, l’atmosfera è meravigliosa.

La Turin Marathon, la Maratona della Città Olimpica, che si corre ad ottobre e vede la partenza in Piazza San Carlo e l’arrivo in Piazza Castello, conquista il popolo dei runners proprio per il suo interessante percorso che attraversa le bellezze di Torino, città dal carattere regale e sofisticato. E’ una delle più antiche maratone d’Italia con la prima edizione nel 1897.

La Venice Marathon è una competizione internazionale che si svolge nel mese di ottobre all’interno della scenografia d’eccezione creata dalle suggestive atmosfere lagunari e dei territori circostanti. La corsa, la cui prima edizione risale al 1986, parte infatti da Stra, all’inizio della Riviera del Brenta, bellissima con le sue ville settecentesche, e arriva a Venezia. Il percorso è prevalentemente piatto e veloce.

Per gli amanti dei cieli azzurri settembrini e il verde della Toscana, c’è la Maratona del Mugello, che si corre dal 1974 e comprende, lungo il suo percorso, l’attraversamento di un tratto del tracciato all’interno dell’Autodromo Internazionale del Mugello, oltre alle splendide valli di questo territorio. Si parte da Borgo San Lorenzo e generalmente si svolge anche la Family Run, una passeggiata non competitiva -quasi una festa- per avvicinare anche i più giovani alla corsa e allo sport.

Sempre in Toscana si tiene la Firenze Marathon. Questa gara consente di correre tra le bellezze infinite di questa città, ammirando luoghi e monumenti di indiscutibile valore, testimoni di una storia che affonda le sue radici in tempi antichissimi. La città è di quelle che non delude mai, la maratona si corre l’ultima domenica di novembre e i podisti arrivano da tutto il mondo.

Per chi preferisce scenari più bucolici c’è l’Ecomaratona del Chianti, coi suoi dolci pendii e le colline di vigneti. Le possibilità sono molte, dalla classica maratona al nordic walking, dalla passeggiata al trail. Per ristorarvi, nemmeno a dirlo, concedetevi un aperitivo post corsa: i prodotti tipici locali uniti agli ottimi vini della zona faranno il resto.

Altro appuntamento sportivo di rilevanza internazionale è quello di Milano per i 42 km e 195 m della Maratona di Milano, un appassionante circuito ad anello, completamente ridisegnato grazie all’aiuto dell’ex atleta Haile Gebrselassie, che parte e arriva nel cuore della città proprio per consentire ai partecipanti di immergersi completamente nell’atmosfera meneghina più autentica, godendone gli scorci migliori e i luoghi simbolo della città. Un tracciato che unisce un alto livello agonistico ad un percorso di grande valenza culturale.

Verona offre la possibilità di cimentarsi coi classici 42,195 km della Veronamarathon, a novembre, con partenza e arrivo in Piazza Bra, una delle più belle della città scaligera; con la Giulietta&Romeo Half Marathon, giunta alla nona edizione, che si tiene a febbraio, non a caso mese di San Valentino, e con la Cangrande Half Marathon, di 21,097km, che si corre in contemporanea alla gara madre, la Veronamarathon.

Salsomaggiore, città termale che per eccellenza unisce sport, bellezza e benessere, è il punto di partenza della Sojasun Verdimarathon: la competizione si disputa a febbraio e porta i podisti a correre tra le colline parmensi, ripercorrendo i luoghi di Giuseppe Verdi, uno dei massimi compositori italiani conosciuto in tutto il Mondo, e termina non a caso a Busseto.

In Abruzzo,Collelongo, un bellissimo paesino marsicano è partenza e arrivo dell’Ecomaratona dei Marsi, splendida occasione per immergersi nell’aria pura e nei paesaggi mozzafiato del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Si corre nella natura quasi incontaminata del parco e si può scegliere una delle due gare sorelle, l’Ecomaratona, appunto, di 42 km, o l’Archeorun, di 13 km, che richiama l’archeologia anche nel nome poiché il percorso si snoda fino alla necropoli di Amplero. Le maratone si tengono la seconda domenica di maggio.

In Sicilia, si tiene un’ecomaratona tutta da vivere, all’interno dello splendido scenario del Parco delle Madonie, un posto speciale tanto per la flora e la fauna che lo popolano, quanto per le sue peculiarità geologiche. La gara si disputa a giugno, il percorso è molto tecnico e in alcuni tratti molto duro, ma il paesaggio è sempre vario ed è impossibile annoiarsi.

Sulla splendida Isola di Pantelleria, in provincia di Trapani. Si corre l’Ecomaratona di Pantelleria, che è un grande evento che comprende gare agonistiche e camminate non competitive: la corsa vi porterà lungo i sentieri della Riserva di Pantelleria, in cui la macchia mediterranea avvolge di colori e profumi gli atleti e la natura circostante regala scenari mozzafiato. 

Per chi vuole sperimentare una corsa in notturna c’è la Moonlight Half Marathon di Jesolo, col suo percorso di 21,097 km che collega i comuni di Cavallino Treporti e Jesolo Lido, si corre dalle 20.00 e fa scoprire ai partecipanti gli angoli più affascinanti di queste terre proprio durante le ore più dolci, quelle del tramonto e della sera. La maratona c’è a maggio e il tracciato è veloce e scorrevole. 

Sempre in Veneto si tiene la Maratona di Sant’Antonio, che si corre nel mese di aprile ed esplora i territori del padovano, passando per Abano Terme, Selvazzano Dentro, Rubano e Teolo: il nuovo tracciato parte e arriva a Padova, città d’arte tra le più belle in Italia, e permette ai podisti di correre in pieno centro storico, da Piazza dei Signori fino alla Basilica di Sant’Antonio.

Per chiudere in bellezza segnaliamo la Brixen Dolomiten Marathon, che parte da Bressanone, in Alto Adige, e termina nell’altopiano della Plose, a circa 2500 m di altezza. Una gara che permette di scegliere tra gara a corsa singola e staffetta e che, soprattutto, regala un panorama bello da togliere il fiato, con le vette altissime delle Dolomiti a fare da sfondo.

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft