La bicicletta è il mezzo e la "filosofia" migliore per attraversare e vivere l’Italia. Su due ruote percorrendo le tantissime piste ciclabili del Bel Paese: strepitose, quasi sempre semplici da percorrere e molto sicure; da Nord a Sud ecco alcuni dei più suggestivi percorsi, ricchi di natura, di paesaggi e di luoghi storici: si possono attraversare fiumi, montagne, laghi così come borghi antichi e monumenti. 

 

La Garda-Adriatico. Da Peschiera del Garda al Delta del Po un percorso di 262 chilometri dal Veneto all'Emilia Romagna passando dalla Lombardia, che collega il lago di Garda, il Mincio e il Po e due città splendide come Mantova e Ferrara.

Il sentiero della Valtellina. Una bella pista ciclabile di oltre 100 chilometri che segue la ferrovia costeggiando l'Adda tra Colico e Tirano, in Lombardia. Sono tre province lombarde coinvolte: Lecco, Como, Sondrio, il percorso è per un lungo tratto pianeggiante con gli ultimi 25 chilometri in salita.

La Via dei Terrazzamenti è un percorso adatto a tutti gli amanti della bici. Lungo poco più di 70 km, attraversa la Bassa e Media Valtellina e prende il nome dai lunghi filari di vigne che si incontrano nel tragitto, dall’impressionante impatto visivo. Ma oltre ai vigneti ed ai suggestivi scorci naturali, la Via dei Terrazzamenti offre un percorso di turismo lento, entrando nei borghi più caratteristici, alla scoperta di botteghe artigiane e di negozi di prodotti tipici, ristoranti, enoteche e frutteti. 

Ciclovia della Pusteria. Proprio al centro delle Dolomiti, in Alto Adige, puoi percorrere una ciclabile lunga oltre 100 chilometri (105 per essere esatti) che può essere divisa in tre tappe.

Ciclabile della Val Venosta. In Alto Adige, la pista va da Merano a Resia e misura 83 chilometri con decine di possibilità di sosta gourmet.

Ciclabile dell'Alpe Adria. Una ciclovia di 180 chilometri, da Tarvisio a Grado, dalla montagna al mare: attraversa Pontebba, Gemona, Udine, Aquileia e arriva a Grado. Un ottimo lavoro di recupero di ferrovie dismesse e riconvertite.

La ciclabile della Martesana. Parte dal centro di Milano e arriva fino all'Adda: la Martesana è il naviglio di Leonardo Da Vinci.

La Ciclovia dei fiori. Segue un tratto dismesso della vecchia ferrovia Genova-Ventimiglia, in Liguria, e misura 25 chilometri, ma arriverà presto fino a 60.

Ciclovia Francigena. È l'itinerario che conduce a Roma e che fanno ancora oggi i pellegrini per arrivare nella Capitale e visitare San Pietro.

L’Eroica. Circuito di 205 chilometri che si può iniziar in qualsiasi punto. Segnalato con cartelli specifici, si snoda nel cuore del territorio della provincia di Siena, nelle terre del Chianti e del Brunello attraversando le Crete Senesi e la Val d’Orcia; un viaggio nell’essenza del leggendario paesaggio toscano; su strade secondarie, utilizzate pochissimo dagli automobilisti. Un vero paradiso per i ciclisti anche non allenati purchè disposti a passare almeno due giorni in zona.

Ciclabile Val di Merse. Parte dalla Montagnola Senese e arriva alla valle dell'Elsa e del Cecina, fino alla Maremma grossetana la strada toscana mozzafiato che puoi percorrere in bici attraverso colline e bassopiani.

Ciclabile Assisi, Spoleto, Norcia. Collega Assisi a Spoleto ed è tutta in piano: nei pressi di Spoleto si può far tappa alla ciclosteria dove mangiare in compagnia di amici e concedersi una doccia fresca.

Costiera Amalfitana. Si parte dal lungomare di Sorrento, dal Golfo di Napoli, e si passa all’altra sponda della piccola penisola sorrentina: mille colori dalla baia di Positano alle dimore dei pescatori di Praiano fino alle case bianche della Repubblica Marinara di Amalfi.

L’Aquila-Amatrice. Pedalare tra L’Aquila e Amatrice tra memoria, storia e natura: 62 chilometri per scoprire borghi antichissimi e natura incontaminata. Dai borghi di Assergi e Vasto, al verde del Parco Naturale del Gran Sasso, fino alla Riserva del Lago di Composto.

Ciclovia dei Borboni. Collega Napoli a Bari, ma purtroppo solo l'1 per cento del percorso è su pista ciclabile. Un vero peccato perché il tratto da Bari a Castel del Monte è una vera meraviglia.

Il parco delle sculture. La pista ciclabile di Siracusa segue il tracciato della linea ferroviaria che collegava la città con Catania. Sei chilometri di lunghezza immersi in un paesaggio patrimonio dell’UNESCO: dal Teatro Greco della piazza di Ortigia alle chiese barocche, senza dimenticare il Mediterraneo.

 

 

 

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft