Palio è un termine che deriva dal latino “pallium”, cioè “velo” e, per estensione del campo semantico, “drappo”: il panno donato in premio al vincitore di una competizione. InItalia quando si parla di palio si fa riferimento a un sacco di cose: comuni e borghi medievali, rioni, contrade, terzieri, quartieri, sestieri. Ma anche banditori, giostre e gonfaloni, cortei storici di priori, sbandieratori e tamburini e soprattutto dispute accese tra fantini, sfide tra cavalieri, allineamenti ai canapi, ordini di mossieri, corse “alla lunga” e “alla tonda”, mazze, giavellotti, scudi, balestre. Insomma: si risvegliano tradizioni antiche che ricordano e celebrano piccole e grandi vicende cittadine ognuna delle quali è un tassello nel multicolore mosaico della lunga e frammentata storia del Paese.

Il più famoso è il Palio di Siena, ma in Italia circa 80 città celebrano gare tra antichi rioni, una tradizione che risale all’età dei Comuni. Nel periodo che precede o segue la manifestazione le città ospitano numerosi eventi culturali, sportivi e di enogastronomia storica.
Corse all’ultimo sangue con cavalli, altri animali o con le barche, che riaccendono antiche rivalità mai sopite.
Il secondo Palio italiano per importanza si organizza ad Asti  la terza domenica di settembre, con 1.200 figuranti in costume medievale e ventuno cavalli. La prima notizia certa della corsa risale al 1275 anno in cui, secondo Guglielmo Ventura, speziale di professione e cronista per diletto, gli astigiani corsero il Palio, per dileggio, sotto le mura della nemica città di Alba, portando danni e devastazioni alle vigne. 
Nelle Marche, la Giostra della Quintana di Ascoli Piceno, ricordata negli Statuti Civici del 1377, si celebra la prima domenica di agosto in occasione della festa di sant'Emidio, patrono e primo vescovo. Oltre mille figuranti in costume sfilano per le vie cittadine fino a giungere al Campo dei Giochi, disponendosi sul terreno per eseguire le "grida" del mossiere. La Quintana attuale vede in lizza sei cavalieri giostranti, in rappresentanza dei sei sestieri cittadini. Il cavaliere si lancia al galoppo, secondo l'ordine fissato dal sorteggio effettuato durante l'Offerta dei Ceri, all'assalto del saraceno. In tre successive tornate, ciascuno deve colpire con nove assalti il bersaglio. La gara è resa ancora più avvincente dal percorso, che costringe i cavalieri ad affrontare in velocità le curve ora in un verso, ora nell'altro. Al termine il Magnifico Messere, ricevuti i responsi dei tempi, penalità e punteggi dai giudici di gara, proclama il nome del sestiere vincitore. 
In Abruzzo, il Mastrogiurato di Lanciano, in provincia di Chieti, si svolge dall’ultima domenica di agosto alla prima domenica di settembre. Una settimana di iniziative culturali: due cene medioevali ispirate alla Panarda, mercatini, taverne, concerti di musica antica, spettacoli teatrali, teatro di strada, giocolieri, combattenti, danzatrici, sbandieratori e culmina nel corteo storico della prima domenica di settembre, quando si celebra la solenne cerimonia di investitura del Mastrogiurato con un corteo di 600 figuranti in costume che si snoda nelle vie dei quattro quartieri del centro storico. 
Anche a sud gli antichi giochi non mancano. Il Palio dei Normanni (12-14 agosto) di Piazza Armerina, nel cuore della Sicilia, è la più antica manifestazione medievale del mezzogiorno. Rievoca la conquista della Sicilia dominata dagli arabi, intorno al 1060, da parte dei Normanni guidati dal conte Ruggero d’Altavilla. 

Nel giorno finale del Palio, il 14 agosto, nel campo Sant’Ippolito si svolge il torneo medievale La Quintana del saracino: una serie di prove di abilità fra i cinque cavalieri giostranti dei quattro quartieri storici: Monte (colore giallo), Castellina (azzurro), Canali (rosso) e Casalotto (verde). Alla gara assistono i personaggi che rappresentano il conte Ruggero e i dignitari cittadini con i loro sontuosi abiti d'epoca. 
Il Palio di Santa Reparata è l'evento culturale caratteristico dell'antica città di Terra del Sole (FC). Si tratta di una sfida tra i due Borghi (le contrade) di Terra del Sole che si sfidano in una gara di Tiro con la Balestra Antica. Oltre 2.000 spettatori fanno da corollario a questa rievocazione alla quale partecipano circa 200 figuranti. 
È invece una gara di tiro con la balestra Palio della Giostra Cavalleresca d'Europa - Sulmona (L'Aquila), si corre il primo sabato e domenica di agosto. 
La Corsa a vuoto di Ronciglione (Viterbo), a Carnevale e in agosto. È l'unico Palio al mondo disputato tra cavalli scossi, cioè senza cavaliere.
Palio (Giostra) del Giglio a Monteleone d'Orvieto, Terni - Si corre il 16 agosto fra i casati di Montemarte e Marsciano dopo un corteo di 400 figuranti ambientato nel XIV secolo. 
Palio di Feltre che si disputa la prima domenica di agosto. Oltre alla corsa di cavalli prevede la gara di tiro con l'arco, la staffetta e il tiro alla fune.
Palio dell'Assunta di Fermo, che si corre il 15 agosto
Palio di Piazza Armerina, dall'11 al 13 agosto.
Palio della Giostra Cavalleresca dei Borghi più Belli d'Italia - Sulmona (L'Aquila), si corre il mercoledì tra la Giostra Cavalleresca di Sulmona e la Giostra Cavalleresca d'Europa. 
Palio di San Rufino ad Assisi, gara di tiro con la balestra tra i terzieri cittadini di Divine Mariae, San Rufino e San Francesco. Viene disputato l'ultima domenica di agosto sul sagrato della Cattedrale di San Rufino. 
Palio di San Donato, si svolge a Cividale del Friuli (Udine) nell'ultima domenica di agosto. 
Borgo San Domenico, Borgo Duomo, Borgo Brossana, Borgo San Pietro e Borgo di Ponte si sfidano tra le vie della città con gare tipicamente medievali, tra cui la corsa pedestre e il tiro con l'arco. Non mancano le botteghe artigiane, i giullari e le ambientazioni sul fiume Natisone.

 

Scopri i principali Palî e Giostre in italia nella sezione Culura&Spettacoli delle singole regioni italiane.

 

Copyright © 2018 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft